martedì 1 settembre 2009

Legittima difesa

Agosto è finito. Le vacanze sono alle spalle. Ci aspetta il solito autunno.
Tutto normale?
No, chiaramente. L’Italia è in picchiata libera su tutti i fronti e non se ne accorge quasi nessuno.

Economia:
Ci dicono che la crisi è passata. Ovvero che il peggio è passato. Ripresa dal 2010. Tutto a posto.
Scherziamo, naturalmente. Ormai molte aziende e fabbriche hanno chiuso, riapriranno…? Molti sono i lavoratori licenziati e molti altri in cassa integrazione non si sa fino a quando.
Il peggio è passato significa in realtà meno licenziamenti di prima. E “prima” non erano rose e fiori, specie al Sud.

Cultura:
Qui tocchiamo un tema ampio di cui non posso parlare in un semplice post. Ma in questo mese d’agosto m’ha colpito la proposta leghista del dialetto a scuola, nei film, dei giornali in piemontese e lombardo… come se gli italiani sapessero così bene l’italiano che sarebbe ora che studiassero un’altra lingua… il Padano.
Per non parlare degli insulti continui agli immigrati e ai clandestini, con la “simpatica” novità del gioco su facebook in cui si deve bucare i gommoni e un profilo dove nel simbolo vi è scritto “torturare i clandestini è legittima difesa”. Roberto Cota, capogruppo della lega alla Camera è tra gli amici.
Ecco, io una volta lessi di un revisionista storico che difendeva Hitler perché sosteneva che uccidere gli ebrei fosse giusto perché avevano invaso la germania e quindi lo sterminio fu una reazione per “legittima difesa”. Quello di oggi è un nazismo moderno: ora uccidere un immigrato in mare respingendo il barcone è legge di Stato. E’ bastato cambiare la forma, ma il risultato e la teoria dominante è la stessa: rifiuto del diverso.
Oltre a suscitare in me un senso di vomito, sono costretto a reprimere la mia rabbia nei confronti di persone che conosco che difendono queste teorie, senza nemmeno rendersi conto della gravità delle loro idee.

Informazione:
Sappiamo come vanno le cose in generale, la novità estiva è il giro di poltrone con Feltri al Giornale, Belpietro a Libero e Giordano che torna a Studio aperto, se non sbaglio. Abbiamo visto fin da subito Feltri in azione, paragonando Agnelli e Berlusconi affermando che il primo è più peccatore del secondo...!
Si conferma ad alti livelli il Tg1 che dà come notizia che ad agosto fa caldo e la gente va in vacanza;
tacendo sulle proteste turche riguardo l’accordo energetico tra Erdogan e Putin, nei quali s’è intromesso Berlusconi, a cose fatte, e in seguito prendendosi addirittura il merito;
tacendo sulle vicende di Puttanopoli, sempre più ridotte a mero gossip, mettendo sullo stesso piano Clooney-Canalis e Berlusconi-D’Addario;
tacendo sul divieto della Rai di mandare il trailer del film “Videocracy”, che parla del potere mediatico del Premier e di come la tv ci ha cambiati in trent’anni, e via dicendo…

Giustizia:
Non voglio sparare sulla croce rossa, ma qualche giorno fa è uscita la sentenza della corte di Strasburgo sul caso Giuliani del g8 di Genova. Al carabiniere Mario Placanica è stata riconosciuta la “legittima difesa” anche se poi si dice che una commisione d’inchiesta sarebbe servita per scoprire meglio la verità.
Non voglio difendere Carlo Giuliani, io non mi metterei mai un passamontagna e non prenderei mai un estintore in mano, posso tuttalpiù capirlo, ma ciò non toglie l’assurdità logica della sentenza vedendo le foto che ci sono sul sito http://italy.indymedia.org/news/2001/09/13823.php .
Facendole notare ad un tizio neo fascista m’è stato detto che il sito era estremista.
Gli ho risposto che le foto son foto, o hanno pregiudizi ideologici anche esse?
Poi ognuno pensi come vuole.
Forse è stata rispettata la legge, ma non è stata fatta giustizia.
"Cercasti giustizia, ma trovasti la legge", cantava De Gregori.

E ora una domanda: la “legittima difesa” di Placanica contro il no-global è uguale alla “legittima difesa” della lega contro i clandestini”?

2 commenti:

Luca ha detto...

[E ora una domanda: la “legittima difesa” di Placanica contro il no-global è uguale alla “legittima difesa” della lega contro i clandestini”?]
Ma, mi domando, come puoi scrivere una assurdità del genere? Giuliani era il classico estremista comunista che va in piazza a picchiare e distruggere come gli idoli rossi insegnano. La battaglia del governo sull'immigrazione è una battaglia per fare in modo che il nostro paese rimanga la nazione degli italiani, non un ritrovo per tutti gli immigrati del mediterraneo. 60 milioni son gia troppi per questa magnifica terra, gli italiani sono gia disuniti tra di loro, come sarebbe un Italia con il 20% di immigrati e figli tra 50 anni? Questa è casa nostra e decidiamo noi chi entra e chi esce. Non è razzismo, ma buon senso e lungimiranza. Gia dobbiamo accettare il crocifisso nelle scuole, non vorrei un giorno che i muri delle scuole diventassero un nuovo muro del pianto italico colmo di idoli e stupidaggini varie...

Luca ha detto...

Comunque ti aspetto nel mio blog...
a presto..