lunedì 14 luglio 2008

La Nuova Costituzione -Parte I -

Ecco le prinipali novità:
Art. 1- L'Italia è un Regime democratico, fondata sulla morte nel lavoro.
La sovranità appartiene a Berlusconi che la esercita come vuole.
Art. 3- Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizini personali e sociali, Tranne le 4 più alte cariche dello Stato: Presidente della Repubblica, Presidente del Consiglio, Camera e Senato.
E' compito del Regime rimuovere gli eventulai processi a loro carico.
Art. 7- Lo Stato e la Chiesa cattolica sono indipendenti e sovrani, ma in materia di leggi etico-morali, l'ultima parola spetta sempre alla Cei.
Art. 8 Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge,
tranne il nomadismo, l'islamismo e tutte coloro che ispirano tentazioni terroristiche.
Art. 9 Il Regime promuove lo sviluppo dell'ignoranza e la ricerca scientifica e tecnica di professori legati a industrie farmaceutiche.
Tutela la cementificazione del territorio.
Art. 11- L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali.
Consente le missioni di pace ordinate dagli Usa contro i nemici della democrazia per assicurare la Pace e giustizia tra i morti sul campo di battaglia.
Art. 12- La bandiera del Regime è il tricolore: Verde per la Padania, Bianco per la Chiesa, Nero per i neofascisti., a tre bande verticali di eguali dimensioni.
Art. 21- Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.
Questo articolo è stato abrogato dal nuovo Regime.
Art. 36 Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzioanata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sè e alla sua famiglia un'esistenza libera e dignitosa.
Il salario massimo comunque non può superare i mille euro al mese ed è discrezione del datore di lavoro stabilire le ore lavorative.
Art. 37- La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore, solo nel caso in cui si presti a prestazione di carattere erotico a favore del datore di lavoro.
Art.48 -Non esistono più gli elettori. Il voto è stato sostituito dalla nomina dei politici nelle sedi dei partiti.
Art. 54- Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli al Regime e di osservare la Costituzione e le leggi.
I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche possono spergiurare e hanno il dovere di anteporre l'interesse personale a quello pubblico.

2 commenti:

Marzia ha detto...

Forse non sarà nemmeno necessario stilarla con le modifiche ... in fonfo la costituzione c'è ancora ma viene ignorata!!!

ciao ... bel blog ... ti va uno scambio di link?

Marzia ha detto...

ti ho linkato molto volentieri, grazie a te per avere ricambiato!