mercoledì 3 settembre 2008

La Bibbia su Raiuno!

Vi siete stancati di ascoltare Gassman e Benigni che leggono Dante?
Benissimo, la nuova trasmissione di Raiuno fa il caso vostro: Il Papa legge la Bibbia!
Non è uno scherzo, è tutto vero: trascrivo la notizia letta su un quotidiano locale(Corriere Adriatico).
"...Fra le proposte della Rai spiccano progetti impegnativi come la lettura integrale della Bibbia, che sarà inaugurata il 5 ottobre su Raiuno da Papa Benedetto XVI..."
"...Maratona di sette giorni esei notti, dal pomeriggio di domenica 5 ottobre, dedicata alla lettura integrale della Bibbia, sarà inaugurata da Papa Benedetto XVI, nel giorno di apertura del Sinodo dei Vescovi della Chiesa Cattolica, con la lettura del primo libro della Genesi(letta anche in ebraico dal rabbino capo di Roma, Riccardo Di Segni) e conclusa sabato 11 ottobre, dal segretario di stato, cardinale Tarcisio Bertone, che proporrà il ventiduesimo capitolo dell'Apocalisse."

Finalmente, direi...
In realtà non credevo a ciò che leggevo; Raiuno si appresta a diventare il canale del Vaticano. O perlomeno tentano di farla diventare tale.
E poi..., ma puoi leggere la Bibbia in TV?!?!?
Va bene la Genesi, ma spero non raccontino le favolette di Mosè e i dieci comandamenti, Abramo, Noè e tutti quei personaggi inventati di sana pianta presenti nell'Antico Testamento.

Almeno nel Nuovo Testamento, la vita di Gesù, c'è qualche verità storica, più adatto per il ruolo di servizio pubblico che deve avere la Rai.

E comunque sia, penso che se uno crede va in Chiesa a sentire al parola del Cristo, non accende la TV.

A me sembra un patetico tentativo di acchiappare + credenti tramite la TV, unica realtà ormai accettata e riconosciuta.
Magari se il Papa andasse da Maria de Filippi a dire che Dio esiste, la gente ci crederebbe davvero.
Intanto proviamoci con la Rai, se va male le reti Mediaset, che trasmettono grazie alle protezioni mafiose e politici corrotti, non fanno così schifo, vero Papa Ratzinger?!?

4 commenti:

Valerio ha detto...

Nazinger che legge la bibbia sarà un'altra ragione per cui continuerò a non guardare la televisione.
101esimo post Rocco sei al primo giro di boa complimenti!

Massimo ha detto...

Massimo vuole il bollino rosso per "la Bibbia su Raiuno"...mandate a letto i bambini!

Simone ha detto...

Che siate credenti o meno non mi sembra il caso di denigrare così questa iniziativa. Ci lamentiamo che la tv odierna è solo spazzatura e poi di fronte a Benigni o al Papa o chicchessìa diventiamo dei censori? E'forse meglio l'ennesima volgare finta edizione de l'Isola dei (non) famosi? La Bibbia indipendendemente dalla propria fede (che ritengo sia una cosa assolutamente privata)è un libro bellissimo e profondamente radicato nella nostra cultura...non va letto solo in Chiesa (in cui peraltro si leggono solo e sempre determinati passi). Ognuno una volta nella vita dovrebbe prendersi la briga di leggerlo.Cerchiamo di affrontare con una critica intelligente queste iniziative e non solo perchè c'è Rai, Papa o Stato di mezzo allora è tutto uno schifo.E ve lo dice un ateo convinto

L'uppolo ha detto...

@ Simone:
mi stupisco di quello che leggo. Sei un ateo convinto e riesci a mettere sullo stesso piano Benigni che legge Dante e il papa che legge la bibbia, e poi a dire "la Bibbia è un libro bellissimo e profondamente radicato nella nostra cultura", "non va letto solo in Chiesa", "ognuno nella vita dovrebbe prendersi la briga di leggerlo"???

(prima che ti venga in mente di rispondermi con un "argomentum ad personam", io l'ho letta, ma solo per avere le conoscenze per discuterne con i cristiani)

Secondo me la Bibbia è un libro che all'inizio è quasi interessante, dal punto di vista mitologico (leggasi "copiato dai miti sumeri e assiri precedenti"); poi diventa noioso, noiosissimo nella parte che descrive la storia degli ebrei e questo dio tiranno e cattivo che li decima ripetutamente per delle sciocchezze, come il migliore dei nevrotici; infine diventa pedante nei libri stracolmi di profezie (paragonabili solo all'astrologia come precisione e accuratezza) e di massime di buona vita (degli esperti pastori ebrei di 3000 anni fa, che in quanto a vita vissuta sicuramente ne sapevano a pacchi...); infine nel nuovo testamento ritorna interessante (leggasi "di nuovo copiato da culti di Mithra e di Iside precedenti").
Poi per carità, ognuno abbia le proprie opinioni...

Però sentire dichiararsi "ateo convinto" ed elogiare la bibbia (il mezzo attraverso il quale si diffonde la menzogna - dal punto di vista dell'ateo) mi sembra un controsenso; non considero veramente atei i cosiddetti "atei cristiani", per dirla con Lecaldano.

Al contrario, io essendo ateo mi sento indignato di vedere i miei soldi del canone finire a una maratona 6 giorni 7 notti di lettura del libro di una qualunque setta religiosa, per quanto diffusa o maggioritaria possa essere in questo mondo.